venerdì 30 gennaio 2009

Semafori truccati, arrestato il progettista

Stefano Arrighetti, l'uomo che ha ideato i "semafori intelligenti" T-Red, è stato arrestato nell'ambito dell'inchiesta del "giallo" troppo breve. Altri centonove indagati.

Frode nelle pubbliche forniture: per questo Stefano Arrighetti, il progettista dei T-Red, è stato arrestato mentre altre 109 persone risultano indagate; tra queste vi sono 39 amministratori pubblici e 7 amministratori di società private.

Secondo l'accusa, gli amministratori pubblici incriminati si sarebbero accordati con le società private per mettere in atto un progetto di controllo del traffico allo scopo di fare cassa.

I cosiddetti semafori intelligenti (la cui intelligenza è dimostrata soprattutto dall'abilità di far imbestialire gli automobilisti) sono al centro di un'indagine avviata alla fine del 2007 dai carabinieri per accertare la conformità alle normative del sistema automatico di rilevamento delle infrazioni. Come molti automobilisti hanno denunciato, la durata del "giallo" sarebbe troppo breve.

Nel gennaio 2008 un amministratore comunale, due comandanti di polizia locale e gli amministratori unici di tre aziende furono denunciati dai carabinieri per truffa aggravata e falsità materiale.

Arrighetti, amministratore unico della Kira di Desio, sarebbe colpevole di aver richiesto l'omologazione presso il ministero dei Trasporti solo delle telecamere e non del resto dell'apparecchiatura che costituisce il sistema.

I T-Red di 64 Comuni (sparsi in 24 Province) sono stati preventivamente sequestrati: i dispositivi erano difformi da quelli omologati dal Ministero.

Fonte: http://www.zeusnews.it

Nessun commento:

Posta un commento