giovedì 22 gennaio 2009

Windows 7 è pronto per il download

E' possibile scaricare e provare la beta 1 del successore di Vista, che promette di essere "il miglior Windows di sempre".

"Windows 7 è stato realizzato partendo dai feedback": così Microsoft presenta l'ultima creatura che dall'8 gennaio, è ufficialmente nella fase di beta testing e che presto, nella giornata di oggi, potrà essere scaricata dai più temerari dal sito ufficiale, anche se in realtà già da qualche tempo è disponibile tramite il peer to peer.

Steve Ballmer, al Ces di Las Vegas, l'ha annunciato come "il miglior Windows di sempre": farà il boot più rapidamente, garantirà una maggior durata delle batterie dei notebook, avrà prestazioni decisamente migliori dei predecessori e sarà meno angosciante per l'utente, proponendo un minor numero di avvisi, limitati soltanto a quelli più importanti.

Windows 7 sarà il primo sistema operativo a portare Microsoft e i suoi utenti nella dimensione del cloud computing: un'apposita versione cloud, probabilmente più "leggera" di quella completa, dovrebbe seguire il rilascio definitivo. Inoltre segnerà la convergenza tra Pc, cellulari e televisione: sarà una sorta di unico punto di accesso a tutti i dispositivi di intrattenimento e di lavoro.

Durante l'evento di Las Vegas è stata data anche una prima dimostrazione delle funzionalità che caratterizzano la beta 1, dai miglioramenti dell'interfaccia - come la disposizione automatica delle finestre: trascinando una finestra al bordo dello schermo tutte quelle aperte verranno ridimensionate e mostrate conteporaneamente - alla nuova taskbar, che permette di visualizzare un'anteprima delle finestre aperte.

Anche il menu di avvio è stato rivisitato, introducendo la Jump List: cliccando con il tasto destro sull'icona di un'applicazione verranno mostrati i file più recenti creati con quel programma, rendendo più facile e veloce accedere ai contenuti modificati più di frequente; i file che si vogliono tenere sempre a portata di mano, inoltre, possono essere aggiunti alla lista.

Un nuovo gestore dei dispositivi (che unisce il vecchio Gestione periferiche e la cartella Stampanti), Internet Explorer 8 e una decisa semplificazione delle impostazioni di rete (in grado di creare automaticamente connessioni e condivisioni tra due o più computer che eseguono Windows 7) sono le altre caratteristiche sulle quali Microsoft punta per far dimenticare Vista, che infatti non è mai stato nemmeno citato dal Ceo della società durante il keynote.

Tutto ciò, unito all'interfaccia multitouch e al riconoscimento della scrittura permetterà a Microsoft di "trasformare Windows per cogliere un'opportunità che potrebbe essere ancora maggiore rispetto a 25 anni fa": parola di Steve Ballmer.

Fonte: http://www.zeusnews.com

Nessun commento:

Posta un commento