lunedì 23 febbraio 2009

Tiscali stacca la spina: per ore è irraggiungibile in tutta Italia

Nel tardo pomeriggio e nella serata di venerdì il provider risulta "down" in tutti i suoi servizi Internet e telefonici.

Grazie al lavoro dei tecnici si sta a poco a poco tornando alla normalità, ma per alcune ore il blackout è stato totale.

Da alcune ore (le prime segnalazioni sono giunte in redazione verso le 16:30 di venerdì) Tiscali risulta irraggiungibile da tutta Italia. Non funziona più niente: dalla telefonia al portale tiscali.it, ai blog, ai server in hosting, ai Dns, alle email di centinaia di migliaia di utenti.

Il call center risponde un laconico "Tiscali, informazione gratuita: il numero selezionato è fuori servizio", che non è certo un buon sintomo. Impossibile accedere al web, telefonare, qualsiasi cosa. E a quanto pare il disservizio è generalizzato.

Pare che il problema sia stato già individuato dai tecnici di Tiscali e consisterebbe in un guasto al sistema di alimentazione. Il guasto, secondo gli stessi tecnici già al lavoro, sarà riparato al più presto possibile.

Aggiornamento ore 19:20

Tiscali ha confermato l'origine del guasto presso la sede centrale di Sa Illetta (Cagliari) e ha confermato che il problema ha riguardato il sistema di alimentazione.

A poco a poco grazie al lavoro dei tecnici la situazione sta tornando alla normalità. Pochi minuti fa è tornato online il dominio tiscali.it e anche le chiamate voce in Cps (Carrier preselection) sono di nuovo possibili.

Il ripristino della rete sta avvenendo a macchia di leopardo quindi è possibile che alcune zone siano riattivate prima di altre, in ogni caso sembra che nelle prossime ore la situazione dovrebbe tornare alla normalità.

Aggiornamento sabato ore 1:30 AM

Durante la serata di venerdì a poco a poco i servizi hanno ripreso a funzionare. La telefonia e la rete Internet sono stati ripristinati, mentre la posta elettronica forse è quella che avrà bisogno di qualche tempo in più affinché tutto torni alla normalità.

L'incidente è capitato in un momento non facile per il provider sardo, che già da tempo risente della crisi economica generale. Per il fondatore Renato Soru, reduce dalla recente batosta elettorale, non è certo un periodo roseo.

Fonte: http://www.zeusnews.com

Nessun commento:

Posta un commento