lunedì 14 dicembre 2009

attentato a berlusconi novità

Stasera a Striscia la Notizia intervista in esclusiva due testimoni, i quali, prima che Massimo Tartaglia aggredisse Silvio Berlusconi colpendolo al volto, avrebbero avvisato la Polizia di un possibile attentato al Premier, senza essere presi in considerazione.

La redazione di Striscia la Notizia ha ricevuto la segnalazione di due fratelli che ieri si trovavano casualmente in Piazza Duomo a Milano dove si stava svolgendo il comizio per il tesseramento del PdL, presenziato da Silvio Berlusconi. Tra la folla avrebbero sentito i commenti di Massimo Tartaglia che minacciava un'aggressione. "Abbiamo notato una persona che era in piedi vicino allo stand del PdL", affermano ai microfoni di Striscia gli intervistati, "la quale, agitata, parlava di Berlusconi dicendo che lo stava aspettando. Era una frase palesemente minacciosa e lasciava intendere che era uno squilibrato mentale. La sera poi lo abbiamo riconosciuto nelle riprese delle notizie in televisione".

I fratelli, insospettiti, avrebbero raggiunto una pattuglia nelle vicinanze: "Abbiamo deciso di informare una pattuglia della Polizia di Stato che sostava davanti alla Galleria di Piazza Duomo". Il poliziotto, però, impegnato in una conversazione telefonica, li avrebbe liquidati dicendo: "Chiamate il 113". Il due testimoni aggiungono: "Ci saremmo aspettati per lo meno un controllo e probabilmente quello che è accaduto si sarebbe potuto evitare".


http://www.striscialanotizia.mediaset.it/news/2009/12/14/news_5289.shtml

Nessun commento:

Posta un commento