sabato 27 febbraio 2010

BANDA LARGA PER I RICCHI

Chi dice che in Italia non esiste la banda larga ? Esiste eccome e tra un po' chiunque potrà usufruirne: basterà prendere il Freccia Rossa, pagare il biglietto di prima classe e sperare che il treno ritardi per godersi qualche ora di navigazione. Parola di Mauro Moretti, Ad delle ferrovie. Tutti i problemi, le incertezze e i deliranti risparmi sul futuro che si addensano sul web veloce, spariscono non appena si può far pagare sostanziosamente il servizio.
Del resto in un Paese dove si accrescono vertiginosamente le differenze tra chi ha molto e chi ha poco o niente, è difficile immaginare che qualcosa sia per tutti: con tutta la buona volontà il governo proprio non ce la fa a pensare in questi termini, è contro la sua natura dal web agli appalti.
Avremo le bande larghe qui e là per chi se lo potrà permettere. Mentre altrove si pensa addirittura a velocità intorno al gigabite al secondo, molti saranno condannati ai 56 k, visto che anche l'Adsl ha problemi. Insomma chi non ha abbastanza soldi sarà la vittima di un digital divide tutto italiano: un digital divide di classe.

Fonte://ilsimplicissimus.blogspot.com ed INFORMARE CONTROINFORMANDO gruppo su facebook

Nessun commento:

Posta un commento