martedì 9 marzo 2010

iKey, e l'iPhone apre tutte le porte

Un brevetto di Apple trasforma l'iPhone in una "chiave universale" che sblocca ogni serratura, dalla casa all'auto.

Apple brevetto chiavi iKey iPhone

L'idea non è completamente nuova ma il fatto che Apple decida di investirci tempo e risorse la mette in una luce nuova: stando a una richiesta di brevetto avanzata dall'azienda di Cupertino, Apple ha intenzione di trasformare l'iPhone in una sorta di chiave universale, in grado di aprire ogni porta.

La tecnologia si basa sull'inserimento nell'iPhone di un chip a radiofrequenza (Rfid), un po' come nel progetto di chi vorrebbe trasformare i telefonini in carte di credito: avvicinando il telefono, per esempio, al pad posto sulla porta di casa e digitando un pin sullo schermo dell'iPhone stesso si potrebbe sbloccare la serratura senza bisogno di chiavi.

L'applicazione può naturalmente essere estesa alle serrature dell'auto e in generale a qualunque porta, previa "registrazione" dell'iPhone con la serratura da aprire; di qui, ecco l'ovvio soprannome iKey.

Il brevetto si preoccupa di garantire la sicurezza degli utenti spiegando che le comunicazioni tra telefono (ma in realtà l'uso dell'iPhone è puramente esemplificativo: andrebbe benissimo anche un lettore multimediale - un iPod, magari - o un altro dispositivo analogo) saranno crittografate.

Le difficoltà - in aggiunta a quelle pratiche derivanti dall'adeguamento delle serrature, che avranno bisogno di un controllo computerizzato - acquistano concretezza quando nella mente si affaccia il pensiero circa la necessità, in un mondo in cui questo sistema si sia diffuso, di applicare periodicamente delle patch di sicurezza alle porte di casa.

Senza contare la leggerezza con cui qualcuno potrebbe decidere di utilizzare un pin facile da ricordare (magare l'intramontabile 1234 o il parente stretto 0000) e la raccomandazione sempre valida di non tenere tutte le chiavi nello stesso portachiavi.

http://www.zeusnews.com/

Nessun commento:

Posta un commento