venerdì 6 agosto 2010

Offese su Facebook? Possono Costare 15 Mila Euro

Ok, il titolo forse è troppo provocatorio ma mi sembrava il più adatto per descrivere un processo che si è disputato in italia a causa di alcune offese su facebook. Un ragazzo aveva preso di mira un coetaneo, lasciandogli offese e prendendolo in giro per i problemi alla vista. Inoltre, gli attribuiva anche l’aggettivo “Omosessuale”, per diffamarlo al massimo su Facebook.

La vittima ha deciso di denunciare il fatto e, dopo qualche settimana i due sono finiti in tribunale. Com’è andata a finire? Il Giudice ha decretato che le offese non sono accettabili neanche su internet ed ha deciso di multare il ragazzo accusato di diffamazione. La cifra da pagare sarà di ben 15 mila euro. Sembrerà troppo, ma per evitare le offese su facebook (e in qualsiasi altro posto virtuale) bisogna punire qualcosa. Così tutti gli altri si spaventeranno e non utilizzeranno più la rete per scopi malvagi.
Non è detto che ogni denuncia per diffamazione costerà 15 mila euro, ma è molto meglio stare attenti. Internet sta diventando sempre di più “il nuovo mondo”, e le offese possono essere percepite come offese dal vivo (faccia a faccia), quindi devono essere multate per forza se c’è la denuncia.

Voi avete mai diffamato qualcuno su Facebook, su Twitter, su Myspace o su qualche Forum? Se non lo avete fatto ancora, vi consigliamo di continuare ad evitare queste cose da ragazzini. Che senso ha dare dell’omosessuale a qualcuno? Dovrebbe essere un offesa? O peggio ancora, che senso ha diffamare una persona che ha dei problemi alla vista? Non capisco proprio come facciano le persone ad essere così cattive! (E poi dicono che il mondo va alla rovina…)

http://geekitaly.com/

Nessun commento:

Posta un commento